La Cina spia gli Android grazie ad un software

android-spiato-da-software-cineseLa notizia che stiamo per darvi oggi vi lascerà sicuramente senza parole, visto che riguarda proprio i dispositivi mobili e la nostra privacy: difatti, pare proprio che di recente sia stato scoperto un software spione che è stato sistemato all’interno di diversi smartphone e che ha lo scopo di spiare, registrare i nostri dati ed inviarli a server cinesi.

Gli esperti statunitensi che sono giunti a questa scoperta hanno fatto sapere che si tratta di un software pre-installato all’interno di alcuni telefonini Android e che permettono per l’appunto di controllare tutti gli spostamenti dell’utente, oltre ai suoi messaggi ed al registro delle chiamate. Insomma, un vero e proprio detective piazzato sul nostro telefonino che consente di far sapere ai cinesi quello che stiamo facendo con il nostro cellulare e soprattutto dove ci spostiamo.

I dati raccolti, peraltro, vengono inviati a chi di dovere ogni 42 ore, stando al racconto che si legge direttamente sul New York Times. Ora sembra proprio che le autorità statunitensi stiano lavorando proprio per far si che quest’attività sia assolutamente eliminata dai telefonini cinesi. Nel frattempo, l’azienda che si è preoccupata della produzione di questo software ovvero Shanghai Adups Technology Company ha fatto pure sapere che tale programma è stato installato su oltre 700 milioni di copie di telefonini, ma anche su auto ed altro tipo di dispositivi intelligenti.

Insomma, si tratta di una vera e propria mancanza di privacy, giacché tutti gli utenti con questi telefonini si ritrovano ad essere controllati nel loro intimo. Ma quali sono gli smartphone incriminati che contengono per l’appunto il software spione? Praticamente, sembra che i telefonini che lo contengono siano lo Huawei, Zte e Blu Products. Nel frattempo, l’azienda dei telefonini Huawei fa sapere che è molto interessata alla privacy ed alla sicurezza dei propri clienti e quindi lavorano incessantemente per preservarla.

Non resta che capire realmente quello che è accaduto e che cosa si potrà fare. Inoltre, Blu Products, azienda americana, si ritrova pure lei in questo problema. Chissà se questa backdoor in comunicazione con i server cinesi si riuscirà mai a risolvere per non mettere più a nudo i dati dei clienti.

E voi che cosa ne pensate di questo clamoroso scandalo? Che cosa avreste fatto per preservare i vostri dati dai cinesi? Lasciateci un commento qui sotto!

La Cina spia gli Android grazie ad un softwareultima modifica: 2016-11-13T16:48:37+01:00da alicaccola
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento